#Quantum

La fisica quantistica e l'acqua

Bufala o nuova frontiera della scienza?

Come Atena utilizza la fisica quantistica per ottenere miglioramenti dell'acqua

Spesso tutto ciò che non capiamo lo consideriamo una balla o una bufala perchè è più facile non approfondire l'argomento  che andare a ricercare la risposta ai nostri quesiti; succede quando ci accostiamo o veniamo a conoscenza di fatti troppo distanti dalla nostra cultura o incomprensibili  e inspiegabili ai nostri occhi.

Può accadere anche quando cerchiamo di spiegare il funzionamento di Quantum, il dispositivo che Atena ha progettato e costruito per risolvere il problema del #calcare e ridurre la carica batterica negli impianti idraulici.

Ad aumentare l'incredulità iniziale è il fatto che il dispositivo Quantum funziona senza batterie, nè corrente elettrica, nè sostanze chimiche ed inoltre agisce senza essere a contatto con l'acqua.

Di piccole dimensioni, circa 20x10x4 cm, e con un peso inferiore a 300 gr, il dispositivo agisce in modo volumetrico senza emettere alcuna energia netta rispetto a quanta già non sia presente nell’ambiente come background elettromagnetico e senza toccare l’acqua; opera ambientalmente anche su volumi grandi (fino a 900 mila metri cubi di sfera corrispondenti a raggio d'azione di 60 metri): è sufficiente e necessario che l’acqua sia in movimento per alcuni minuti, così da facilitarne il riarrangiamento elettronico (poiché l’oscillazione coerente nel liquido pertiene agli elettroni delle molecole). 

 

 

 

 

 

Sfruttando la capacità di alcuni materiali di alloggiare modi di oscillazione coerenti ( cioè di una fase ben definita) su certi gradi di libertà, la tecnologia Quantum di Atena sfrutta campi 

naturali già presenti nel luogo (se idonei), per modulare il pacchetto oscillatorio dei potenziali elettromagnetici (per effetto Bohm-Aharonov) costituenti un background elettromagnetico a cui le molecole d'acqua in stato coerente sono sensibili, cercando di minimizzare l'energia del loro stato uniformando ad esso la loro fase di oscillazione.

In sostanza tre sono gli elementi da tenere in considerazione per capire il funzionamento:

il dispositivo, il background elettromagnetico ambientale e l'#acqua.

 

 

 

 

 

 

 

 

Secondo alcune leggi della #fisica quantistica le molecole dell'acqua, per interagire tra di loro e con l'ambiente circostante, non hanno bisogno del contatto fisico ma devono essere nello stesso campo elettromagnetico.

Quando le molecole dell'acqua e il campo elettromagnetico hanno la stessa frequenza e fase il sistema raggiunge lo stato di minima energia  e diventa coerente", dissipando entropia (disordine) all'esterno.

"Le zone dove le molecole dell'acqua oscillano in modo coerente si chiamano domini di coerenza e permettono all'acqua di" assumere configurazioni (stati) che sono funzione delle interazioni con l'ambiente permettendo, in un certo senso, di fungere da "memoria termodinamica".

 

"Sembrerebbe questo il segreto della memoria dell'acqua; in sostanza l'acqua ha #memoria solo se si trova in questo stato."

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il dispositivo fa in modo che l'acqua raggiunga questo stato, modulando la fase dei campi elettromagnetici ambientali entro il raggio d'azione in cui il liquido e tali campi interagiscono.

 

Questo è il principio di funzionamento di Quantum, che trasferisce informazioni all'acqua pur non essendo in contatto con essa e la riorganizza sotto un profilo oscillatorio. La cosa che si traduce in proprietà chimico-fisiche nuove, come la trasformazione dei Sali prodotti dalle precipitazioni degli ioni soluti nel liquido o l'aumento di potere solvente nei confronti del biofilm adeso alle superfici contenenti l'acqua degli impianti e altro.

Concludendo il dispositivo Quantum crea un ambiente in cui i campi ambientali sono ri-fasati in modo da ri-configurare la frazione coerente dell'acqua liquida così che le proprietà chimico-fisiche conseguenti siano di utilità per la resa degli impianti e dei metodi di disinfestazione microbiologica, oltre che per una migliore biodisponibilità dell'acqua da parte delle piante, animali , essere umani inclusi.

 

Il risultato più evidente dopo l'installazione del dispositivo, in merito al problema delle incrostazioni di calcare, è la trasformazione della #calcite in #aragonite e, conseguentemente,  la riduzione delle ostruzioni tubiere ed il recupero delle rese termiche degli scambiatori.  Oltre alla rimozione di una moltitudine di micrositi in cui le cariche batteriche trovano rifugio sicuro.

La foto accanto dimostra ciò che succede dentro le tubazioni delle nostre case; biofilm e calcare si accumulano diventando terreno fertile per il proliferare dei batteri.

Test su Legionella eseguito prima dell'installazione del Quantum e dopo 20 giorni di operatività del dispositivo. 

Un test, semplice ed immediato, per provare l'efficacia del Quantum è la "prova del pentolino";  si fa bollire un po' d'acqua fino alla sua totale evaporazione: sul fondo rimarrà una polvere bianca, facilmente asportabile e "scivolosa" come il talco.

Si tratta di aragonite che, a differenza della calcite, non forma depositi incrostanti ma solo un velo di "polvere bianca" microscopica facilmente rimovibile.

Nel lavello di cucina, nella doccia, sui rubinetti e sulle serpentine non si presenterà più il problema calcare.